Crea sito

Storia di Agrigento

L’ Akragas greca, l’Agrigentum romana, la Kerkent araba, la Girgenti di Pirandello, l’Agrigento dei nostri giorni, fu fondata da coloni rodesi nel 583 a.C. assurta a grande importanza e splendore sotto il tiranno Terone (488-473).

Conosciuta in tutto il mondo per il gran patrimonio artistico culturale: la valle dei Templi.
Sede vescovile da prima del sec. VI Protovescovo S. Libertino. Conquistata dai musulmani nell’ 827.
Ruggero I il Normanno 1086 vi restaurò il culto cattolico con S. Gerlando vescovo, patrono della città, a lui si deve la costruzione della Cattedrale.
Sotto Aragonesi e Spagnoli secc. XIV-XV subisce lo straordinario fascino della cultura e educazione Cattolica.
Come gran parte della Sicilia occidentale, Agrigento conserva ancora oggi nelle sue feste religiose lo sfarzo devozionale spagnolo.
Il gran rito cui gli agrigentini sono legati per tradizione, fede, costumi, arte, gastronomia è proprio il Venerdì Santo.

Testo: Alfonso Lupo